Moonrise Kingdom (2012)

Video

moonrise-posterChi: Ultimo film di Wes Anderson, regista e sceneggiatore famoso per “I Tenenbaum” del 2002 e per un bel pugno di film indipendenti apprezzati da pubblico e critica. Cast stellare che annovera, tra gli altri, Bruce Willis, Edward Norton e Bill Murray in ruoli originali e del tutto atipici. Ho volutamente omesso l’obbrobrioso sottotitolo italiano al film.

Cosa: La pellicola si pregia di un’estetica originale e perfettamente riconoscibile: colori vivi e accesi che esaltano location nelle quali la macchina da presa si muove con agilità e ci regala ottime inquadrature e trovate sceniche spesso geniali, accompagnate da una colonna sonora che diventa parte integrante di ogni scena. A conti fatti la trama è il semplice incontro “amoroso” di due piccoli ragazzini problematici che fuggono dalle loro gabbie esistenziali per rinascere a nuova vita insieme. Saranno gli adulti a contrastare questo sogno e a impedire a tutti i costi una relazione ai loro occhi troppo prematura. L’approccio con il quale Anderson ha deciso di narrare una favola relativamente semplice è originale ed azzeccato: i dialoghi sono puntuali e brillanti, le gag squisitamente comiche fanno sorridere, il film diverte e commuove. Il “parco attori” fa della fanciullezza il suo marchio di fabbrica, e a spuntarla su tutta la linea non sono i nomi altisonanti, ma i due piccoli protagonisti e gli altri piccoli attori, in un capovolgimento logico che è il vero punto di forza della pellicola. I ragazzi hanno modi di fare e si comportano come adulti, gli adulti sono degradati a semplici comprimari di ben poca maturità. Nonostante questo tutti i piccoli protagonisti mantengono intatta la loro purezza, che brilla nonostante serissimi tormenti interiori ed un mondo di adulti deformati e di regole impossibili da seguire.

Quindi: Una pellicola dal tocco magicamente leggero per riflettere sul contrasto sempre più labile tra il mondo dei bambini e quello degli adulti. Eccelso a livello estetico, nella sua totale originalità potrebbe però non essere completamente apprezzato.

Più: Idea di fondo magnifica; visivamente sublime.
Meno: Tolti gli elementi di contorno la storia ne risulta un po’ povera e sin troppo semplice.

Voto: 7.5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...